C. S. E La Bottega – Valla

Contatti

Via L. Valla, 25 – Milano  

Tel. 02 84894294 

cse.labottega@progettopersonaonlus.it

Il C.S.E. “La Bottega-Valla”  accoglie persone con disabilità intellettivo-relazionali medio-lievi di età compresa tra i 18 e i 65 anni che presentano autonomie personali di livello sufficiente, abilità manuali discrete, capacità sufficienti di stare in gruppo, di relazionarsi con i compagni e con le varie figure operative in modo adeguato, attenzione e concentrazione sufficienti ad accogliere e sostenere le proposte educative, bisogno di sentirsi adulti e riconosciuti nel proprio senso di competenza ed autoefficacia.

Il CSE come previsto dalle normative regionali, propone progetti individualizzati e realizza interventi in fascia oraria diurna infrasettimanale, per 47 settimane all’anno, dalle ore 9.00 alle ore 16.00.

Il Servizio è autorizzato da Regione Lombardia per 30 posti, convenzionato con il Comune di Milano per 29 posti, 1 posto è dedicato a prese in carico in solvenza. Il servizio è rivolto ad adolescenti e adulti, di età superiore ai 18 anni (eccezioni particolari possono essere fatte per soggetti dai 15 anni in accordo con la scuola media dell’obbligo, l’UONPIA di riferimento e la famiglia). L’ingresso al Servizio in convenzione avviene a cura dell’Ufficio Coordinamento Centri Diurni del Comune di Milano su segnalazione del “Servizio Sociale Professionale Territoriale” relativo al Municipio di appartenenza del candidato. Gli ospiti che desiderano una presa in carico in solvenza possono contattare direttamente il coordinatore del Centro.

Per le persone inserite in posto contrattualizzato con il Comune di Milano la quota sociale è a carico del Comune stesso. Si precisa che il Comune di Milano ha stabilito, con la deliberazione della Giunta comunale n° 180 del 18.02.2022, una compartecipazione alla spesa da parte degli ospiti a suo carico. 

Il Progetto di Servizio si propone di:

  • favorire il benessere psico-fisico attraverso la promozione dell’autonomia personale; 
  • sviluppare le abilità residue e mantenere quelle acquisite in ambiti diversi dal contesto socio familiare abituale; sviluppare nuove conoscenze culturali e mantenere le conoscenze possedute; 
  • favorire l’integrazione e la socializzazione dei propri ospiti nel territorio; 
  • offrire sostegno e supporto alle famiglie; 
  • favorire percorsi socializzanti e interventi socio educativi propedeutici a sperimentazioni volte ad indagare eventuali margini per promuovere formule di appartenenza / di partecipazione in forma protetta nel mondo del lavoro.