C.D.D. Selenite

Contatti

Via Noto,10 – Milano

Tel. 02 9925 3959  

cdd.selenite@progettopersonaonlus.it


Il C.D.D. “Selenite” è un Servizio Diurno che accoglie prevalentemente persone con disabilità congenita di tipo intellettivo-relazionale grave e medio/grave, riconducibile a diverse patologie (sindrome di Down, malattie, cerebropatie, ecc.), che richiedono alta protezione ed interventi a forte integrazione socio-educativa-sanitaria. Tale disabilità può essere accompagnata o meno da problemi fisici, psichici e sensoriali.

Il CDD come previsto dalle normative regionali, propone progetti individualizzati e realizza interventi in fascia oraria diurna infrasettimanale, per 47 settimane all’anno, dalle ore 9.00 alle ore 16.00.

Carta dei servizi del C.D.D. Selenite

Il Servizio è accreditato con Regione Lombardia per 30 posti, convenzionato con il Comune di Milano per 29 posti, 1 posto è dedicato a prese in carico in solvenza. Il servizio è rivolto ad adolescenti e adulti, di età superiore ai 18 anni (eccezioni particolari possono essere fatte per soggetti dai 15 anni in accordo con la scuola media dell’obbligo, l’UONPIA di riferimento e la famiglia). L’ingresso al Servizio in convenzione avviene a cura dell’Ufficio Coordinamento Centri Diurni del Comune di Milano su segnalazione del “Servizio Sociale Professionale Territoriale” relativo al Municipio di appartenenza del candidato. Gli ospiti che desiderano una presa in carico in solvenza possono contattare direttamente il coordinatore del Centro.

Per le persone inserite in posto contrattualizzato con il Comune di Milano la quota sociale è a carico del Comune stesso. Si precisa che il Comune di Milano ha stabilito, con la deliberazione della Giunta comunale n° 180 del 18.02.2022, una compartecipazione alla spesa da parte degli ospiti a suo carico. 

Il Progetto di Servizio si propone di:

  • Offrire un contesto di integrazione
  • Mantenere e sviluppare le autonomie personali
  • Stimolare e sostenere le abilità sociali e la rete delle relazioni
  • Promuovere il benessere fisico ed emozionale
  • Sostenere la famiglia nella gestione della persona disabile e sostenerla nei percorsi di emancipazione